Chi siamo

Questo sito raccoglie le attività svolte nell’ambito del Laboratorio di Economia della musica e di Parma OperaCamp dell’Università popolare dell’opera di Parma ed è stato pensato in particolare per la gestione di ricerche, sondaggi e questionari.

Nel 2014 è stata promossa la ricerca “Il pubblico del teatro d’opera”.  che sarà realizzata secondo il seguente calendario:

 Questionari
Argomento: Spazio teatrale e repertorio
pubblicazione: 3 marzo

Argomento: Attore, spettatore, consumatore
pubblicazione: 10 marzo

Argomento: Modelli di gestione 2
pubblicazione: 5 aprile

Argomento: Modelli di gestione 2
pubblicazione: 12 aprile

 Realizzazione interviste video
maggio – luglio 2014

– Incontri e dibattiti pubblici
giugno – novembre 2014

– Presentazione ricerca
novembre 2014

Economia della musica

Laboratorio – Anno 2013/14
Argomento: Il pubblico del teatro d’opera
Docente: Bruno Dal Bon

“La vitalità della scena troppe volte è neutralizzata dalla passività del pubblico.
Un teatro non può mai nemmeno 
per un istante perdere di vista la società di cui è servitore”
Bertolt Brecht 

Uno degli elementi che per oltre due secoli ha distinto il Teatro dell’opera all’italiana è stato anzitutto il suo pubblico. Da diversi anni lo spettatore che va a teatro è sempre più occasionale ed incerto e la sala, messa a tacere da un palcoscenico che gli impone esercizi di poetiche e nuovi ordini di comportamento, è ridotta quasi all’anonimato. E’ come se si fosse smarrita quella tensione vitale tra palcoscenico e pubblico, quella dimensione polare che può scaturire solo da un’autentica partecipazione condivisa. Quando lo spettatore non riesce più a farsi autore di significato e di memoria, producendo di fatto l’ascolto e la visione di uno spettacolo, il teatro rischia di morire nella disaffezione e nelle difficoltà economiche che ne conseguono.
Pur di salvaguardare almeno la funzione di questi edifici così imponenti e significativi nelle diverse geografie urbane, gli enti pubblici tentano in qualche modo di sostenere la programmazione di stagioni liriche dove in realtà ci si limita a celebrare solo l’antica sintassi di un rituale di cui si è ormai smarrito il senso.

Ed è appunto su questa perduta condivisione che vorremmo indagare quest’anno avviando non più un seminario, ma un Laboratorio di studio collettivo che realizzi una ricerca sul tema de “Il pubblico del teatro d’opera” interrogando la città, raccogliendo opinioni, pareri, dati e cifre, formulando questionari, organizzando dibattiti. Un lavoro che ci auguriamo di realizzare attraverso l’impegno attivo di tutti. Ogni incontro sarà dedicato allo studio di un argomento specifico al fine di focalizzare i punti condivisi sui quali avviare il lavoro di raccolta dei dati.


Calendario degli incontri:

 lunedì 16 dicembre 2013, h. 18.30
 lunedì 13 gennaio 2014, h. 18.30  
 lunedì 3 marzo 2014, h. 18.30  
 lunedì 10 marzo 2014, h. 18.30
 lunedì 17 marzo 2014, h. 18.30  
 sabato 5 aprile 2014, h. 17.00  
 sabato 12 aprile 2014 h. 17.00

 

Gli incontri si sono tenuti al  Circolo Giovane Italia, Via Kennedy 7, Parma


Bibliografia

Jacques Attali, Rumori – Mazzotta, Milano (1978)

Richard R. Wilk, Economie e culture  – Bruno Mondadori (2007)

Françoise Benhamou, L’economia della cultura  – Il Mulino (2004)

Georges Banu, Il rosso e l’oro  – Rizzoli (1990)

Georges Banu, Memorie del teatro –  Il Nuovo Melangolo (2005)

Carlotta Sorba, I teatri – Il Mulino (2001)

John Rosselli, L’impresario d’opera – Edt (1984)

Giuseppe Rossi-Gallieno, Saggio di economia teatrale dedicato alle melodrammatiche scene – F. Rusconi (1839)

Gaetano Savonarola, Galateo dei teatri – Lubrina Editore (2012)

Lorenzo Bianconi, Il teatro d’opera in Italia – Il Mulino (1993)

François Colbert, Aspetti economici della vita musicale – Enciclopedia della musica, Giulio Einaudi editore, Volume primo, 2001,